Questo sito utilizza cookie tecnici edi terze parti; proseguendo nella navigazione accetti l'uso dei cookie.
La raccolta di tali informazioni avviene esclusivamente a fini statistici e per monitorare il corretto funzionamento del sito, nessuna finalità commerciale o attività di identificazione dell’utente.

Essere mamma e lavorare è ancora uno dei punti più critici della nostra società. E' la realtà quotidiana di moltissime donne che ogni giorno tentano di trovare un equilibrio tra questi due mondi mettendosi in mezzo in prima persona, con tutta la propria forza, tra mille difficoltà. Qualcuno ora sta cercando qualche soluzione, ho notato un'apertura su questo fronte, qualche imprenditore ne ha intuito il vantaggio per la produttività della propria azienda, qualche progetto è stato messo in campo, ma siamo ancora molte - troppe - a lottare ogni giorno per una maternità felice e una vita professionale appagante. Purtroppo molte - troppe - hanno smesso di lottare e ciò che più mi addolora è che tante lo stanno per fare.

Eppure abbiamo quella luce negli occhi e nelle mani la capacità di cambiare il mondo.

 

Lontano da voi

Giornate piene di lavoro, in cerca di un equilibrio che poi non trovo mai e non sono sicura che è quello che vorrei, sono diventata abile nell'incastro di tutti gli impegni, che poi perfetto non è mai.
Mi accorgo di aver detto troppi sì, di aver dato molto e chiesto troppo poco. Mi stupisco più di quante cose non ho fatto che di quelle che riesco a fare. Se mi trovo un po' invecchiata è perchè non ho osato abbastanza. Rimpiango gli attimi che non ho fatto miei e che mi hanno portata lontano da me, lontano da voi.

Io RI.ENT.R.O. resta a casa papà

Che ad occuparsi dei figli non siano solo le mamme ma anche i papà è ormai condiviso da molti, ma la realtà del nostro Paese dimostra che nella stragrande maggioranza dei casi resta una prerogativa delle mamme, soprattutto nei primi anni di vita del bambino.
Le motivazioni sono tante e sicuramente vi è anche una scarsa conoscenza delle norme e dei diritti dei genitori.

Chi sono

Appassionata di scrittura, nata per comunicare esperienze pensieri riflessioni, amante delle profondità della vita e dei suoi segreti, coraggiosa ricercatrice di verità anche quando fanno male, disposta a mettere tutta me stessa in quello che faccio, pronta ad emozionarmi sempre.

Newsletter

Se desideri rimanere aggiornata/o rispetto alle nuove pubblicazioni ed iniziative relative al mio sito, registra qui il tuo indirizzo email.

Non invieremo nessun tipo di pubblicità e la tua iscrizione potrà essere ritirata in qualsiasi momento.
Copyright © Mamma sul Lago, 2018

Ricerca