Questo sito utilizza cookie tecnici edi terze parti; proseguendo nella navigazione accetti l'uso dei cookie.
La raccolta di tali informazioni avviene esclusivamente a fini statistici e per monitorare il corretto funzionamento del sito, nessuna finalità commerciale o attività di identificazione dell’utente.

Favole

Un canguro in giardino

L'alba è meravigliosa in Australia, a Lucas piaceva restare a guardarla qualche minuto sul terrazzino della sua camera prima di scendere al piano di sotto a fare colazione.
Quel mattino però il suo sguardo fu attirato da qualcosa che si muoveva in giardino... Lucas sì aggiustò gli occhiali per vedere meglio: era un canguro!

Corse giù dalle scale, aprì piano la porta e si avvicinò lentamente. Era un bellissimo esemplare di canguro dal pelo liscio e lucido, se ne stava lì sulle zampe posteriori e lo guardava con occhi dolci, non sembrava per nulla intimorito dalla sua presenza. Lucas notò che dal suo marsupio spuntava una carta argentata. Allungò la mano ed estrasse un pacchetto ricoperto di brillantini.
Il canguro con due balzi saltò verso il cancello aperto e in un attimo si dileguò. Il bambino rientrò elettrizzato all'idea di scoprire cosa ci fosse nel pacchetto, lo scartò delicatamente... conteneva un ciondolo con l'immagine di un canguro, Lucas se lo mise al collo e corse a prepararsi per andare a scuola. Ancora non sapeva che quel ciondolo era magico, ma se ne accorse appena uscì di casa! Sentì le sue gambe più forti, più agili, riusciva a darsi una grande spinta e a saltare come un canguro! "Che bello!" in quattro salti era arrivato a scuola!
Lucas ora custodiva un segreto che non avrebbe rivelato a nessuno.
I suoi genitori avevano notato qualcosa di strano: Lucas era molto più bravo a giocare a basket, arrivava puntuale agli appuntamenti, era più allegro e sicuro di sé.
La mamma aveva chiesto del ciondolo e lui aveva detto di averlo ricevuto in regalo da un amico. Già... un amico che avrebbe voluto ritrovare, almeno per ringraziarlo e per dirgli quanto fosse contento di quel dono. Ma l'Australia, si sa, è piena di canguri, come avrebbe mai fatto a ritrovarlo?
Una sera prima di addormentarsi prese tra le mani il ciondolo e d'improvviso si illuminò. Lucas restò a bocca aperta quando ne uscirono tante stelline d'argento che salirono fino al soffitto. Sopra di lui uno spettacolo di stelle scintillanti! "Fantastico!" sussurrò.
Le soprese per Lucas non erano finite: un giorno sulla torta al cioccolato che gli aveva preparato la mamma era comparso un fiocchetto di panna montata come lui aveva desiderato!
E quando la mamma gli aveva stampato un bacio in fronte perché aveva trovato un bocciolo di rosa nel vaso in cucina, aveva sorriso intuendo cosa poteva essere accaduto...
La cosa più bella era che nella sua casa si stava creando un'atmosfera allegra e leggera, quella piacevole ebrezza che avvertiva nel momento preciso in cui i suoi piedi si staccavano da terra per un lungo salto!
Un pomeriggio tornando da scuola Lucas scorse una polverina d'argento sul sentiero. "E' passato di qui!" pensò, alzò lo sguardo e con la coda dell'occhio vide un canguro che sparì tra i cespugli con un grande balzo!
Con cuore pieno di gioia riprese il cammino verso casa fischiettando la sua canzone preferita.

Chi sono

Scrittrice, nata per comunicare esperienze pensieri riflessioni, amante delle profondità della vita e dei suoi segreti, coraggiosa ricercatrice di verità anche quando fanno male, disposta a mettere tutta me stessa in quello che faccio, pronta ad emozionarmi sempre.

La mia pagina Facebook

Copyright © Mamma sul Lago, 2018

Ricerca