Questo sito utilizza cookie tecnici edi terze parti; proseguendo nella navigazione accetti l'uso dei cookie.
La raccolta di tali informazioni avviene esclusivamente a fini statistici e per monitorare il corretto funzionamento del sito, nessuna finalità commerciale o attività di identificazione dell’utente.

Favole

Vita da strega

C'era una volta una donna che scordava sempre molte cose e questo le causava un sacco di problemi... era una strega. Quando dimenticava il libro di magia ne succedevano delle belle.
Viveva sola in una casetta blu in mezzo al paese, ma aveva un carissimo amico...

Top, un fantastico cane, non bellissimo - intendiamoci - ma con alcune qualità davvero sensazionali. Top sapeva fiutare un pasticcino anche dall'altra parte del lago, riusciva a stare per ore su due zampe in attesa, ma soprattutto capire una strega.
L'amicizia - si sa - dev'essere coltivata come una pianta e cresce a poco a poco, la strega e Top si conoscevano da molti anni, Top abitava nel giardino della casa di fronte e aveva una bella cuccia  e un prato per correre tutto per lui. Si incontravano ogni sera per raccontarsi la giornata e studiare qualche nuova formula magica.

Una sera tirava un vento forte, spaventoso, Top aveva fiutato guai. La strega non era venuta e anche questo era un cattivo segno, cos'era accaduto?

Il cane lesto alzò col muso la stanga del cancello e corse fuori, i suoi occhi vedevano bene anche nel buio e il suo naso non sbagliava direzione. Corse veloce e silenzioso sul retro della casa della strega, non c'erano luci accese, forse dormiva, ma perché non era andata a trovarlo quella sera? Girò intorno alla casa, la porta era socchiusa, salì a balzi le scale e appoggiò l'orecchio alla porta; si sentivano strani rumori, la strega doveva essere al lavoro sopra il pentolone fumante a preparare una delle sue pozioni. Si udiva il rumore dell'acqua che bolle, scoppiettii e sibili si alternavano a strane parole sussurrate dalla strega: "Bran acaz loy loy".

Top drizzò le orecchie e decise di entrare. "Bau bau bau" abbaiò. La strega non alzò lo sguardo dal pentolone, pronunciò le ultime parole magiche, si allontanò e una grande nuvola di fumo salì fino al soffitto. Top indietreggiò col naso all'insù, il fumo si dissolse e apparve un bellissimo arcobaleno.

"Buon compleanno caro Top" esclamò la strega!

Top gironzolò su se stesso emozionato, questa sì che era una bella sorpresa! E abbaiò di gioia.

 
 

 

Chi sono

Scrittrice, nata per comunicare esperienze pensieri riflessioni, amante delle profondità della vita e dei suoi segreti, coraggiosa ricercatrice di verità anche quando fanno male, disposta a mettere tutta me stessa in quello che faccio, pronta ad emozionarmi sempre.

La mia pagina Facebook

Copyright © Mamma sul Lago, 2018

Ricerca