Questo sito utilizza cookie tecnici edi terze parti; proseguendo nella navigazione accetti l'uso dei cookie.
La raccolta di tali informazioni avviene esclusivamente a fini statistici e per monitorare il corretto funzionamento del sito, nessuna finalità commerciale o attività di identificazione dell’utente.

Favole

Favole

Abbassiamo le luci, infiliamo comodi pigiami, abbracciamo morbidi peluches, tutti sotto le coperte, schhh:  inizia la favola della buonanotte...

Sottovoce, sussurrata, si srotola pian piano per grandi e piccini, si fa strada lentamente nella mente e scende fino al cuore, tutto il corpo si rilassa, i pensieri si dissolvono come nuvolette nel cielo... cominciamo a sognare.
Che meraviglia questo momento! Siamo immersi in batuffoli di cotone, c'è profumo di mare con essenze di bosco, il silenzio è pieno di vita, di piccoli rumori appena percettibili, di colori splendenti che si accendono come fiammelle.
Ci sono tante stradine che si diramano, scegliamo quale percorrere, possiamo anche alzarci in volo.
Ogni strada è una nuova avventura, ci addentriamo liberi e curiosi alla scoperta di mondi magici e misteriosi, a volte immensi come lo spazio, a volte non più grandi di una conchiglia, in ogni caso ci attraggono, ci affascinano, ci rapiscono con sé.
La fantasia è la nostra guida: decide la meta, traccia la rotta, indica le svolte e i cambiamenti di percorso, colora i paesaggi, li anima di vita. 
 
Siamo pronti per un nuovo viaggio nel mondo dei sogni, saliamo sulla nostra barca cullati dal mare, chiudiamo gli occhi, ci teniamo stretti, spalanchiamo il cuore...                            
                                                                                                                                                                                                                                  Buonanotte!

 

Un canguro in giardino

L'alba è meravigliosa in Australia, a Lucas piaceva restare a guardarla qualche minuto sul terrazzino della sua camera prima di scendere al piano di sotto a fare colazione.
Quel mattino però il suo sguardo fu attirato da qualcosa che si muoveva in giardino... Lucas sì aggiustò gli occhiali per vedere meglio: era un canguro!

Quando la Luna si fa piena

La piccola Mey dal balcone guardava sorgere la Luna snella e sottile, regina del cielo nelle notti più limpide. La vedeva crescere fino a diventare una palla rotonda.
Certe sere era candida, splendente come una sposa, altre volte gialla e velata dalle nuvole, quasi volesse nascondersi un po'.

Sono un ghiro, ma non sono un dormiglione!

Ciao, mi chiamo Glis, sono un giovane ghiro dalla morbida pelliccia grigia e marrone e vivo con la mia famiglia in un fresco bosco di castagni sulle Alpi lombarde. Se mi incontrate mi riconoscete dalla macchiolina di pelo bianco che ho sulla testa, mamma dice che me l’ha lasciata un fiocco di neve che è caduto da un buchino nel legno della tana e che si è posato proprio su di me il giorno in cui sono nato.

A testa in giù

A Pier piaceva camminare sulle mani, aveva imparato con la sua maestra di ginnastica e lo trovava molto rilassante. I compagni spesso lo prendevano in giro per questo, i suoi genitori ormai lo lasciavano fare. Quando si metteva in posizione, Pier sentiva il sangue scendere verso la testa, le gambe leggere leggere e i capelli che portava un po' lunghi drizzarsi come spaghetti...

Chi sono

Scrittrice, nata per comunicare esperienze pensieri riflessioni, amante delle profondità della vita e dei suoi segreti, coraggiosa ricercatrice di verità anche quando fanno male, disposta a mettere tutta me stessa in quello che faccio, pronta ad emozionarmi sempre.

La mia pagina Facebook

Copyright © Mamma sul Lago, 2018

Ricerca